Il Carotatore

Anni fa mi decisi a raccogliere dei campioni di rocce particolari dell’isola d’Elba. Si trattava di inclusioni di “bolle” di un magma scuro che erano state iniettate nell’intrusione principale di granito. Campionare questi oggetti è difficile perchè la località in cui sono meglio esposti è la “spiaggia di S. Andrea” dove appaiono ben evidenti sugli scogli lisciati dal mare. Tirar fuori un blocchetto di campione da un liscione è virtualmente impossibile a meno che non si sia disposti a impegnarsi per qualche mese come scultore. Mi dotai allora di un carotatore a motore, raffreddato ad acqua, e con questo apparato, insieme ad un collaboratore, cominciai a perforare il granito per estrarne delle carote adatte ai miei studi.

Era maggio e più di un turista aveva preso a frequentare quel luogo…
Inutile dire che ognuno, incuriosito dal nostro rumoroso trabiccolo, si sentiva in dovere di venire a chiedere spiegazioni. La risposta giusta: il fatto che facessi delle ricerche su quei materiali e la rivelazione della natura di quelle “palle nere” nel granito chiaro, accendevano ancor più la curiosità dei turisti, ed ogni spiegazione interrompeva il nostro lavoro per almeno un quarto d’ora.

All’ennesima identica domanda “chi siete, che fate ? “ mi venne l’estro di rispondere: “siamo operai del comune, facciamo i buchi per gli ombrelloni”. L’interlocutore mi mostrò un compiaciuto sorriso e se ne andò soddisfatto della spiegazione….

Suonando la musica sbagliata ho ottenuto il risultato atteso…
Ecco  perché siamo uno nessuno e …centomila.

Scritto da : ardiglione | 27/10/2007

Scrivi un commento

Il Carotatoreultima modifica: 2007-11-04T18:44:48+00:00da ardiglione
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento