Il Perdono

Nell’omelia della messa funebre per la ragazza uccisa nella metropolitana di Roma, uno dei celebranti ha invocato il perdono per le assassine della giovane. Viene da pensare che certi cristiani vogliono trasformare il mondo in una saliera e non fare il sale del mondo. Attenti alle suggestioni mediatiche, aspirano al vogliamoci bene usa e getta, di pronta applicazione e che … Continua a leggere

Da Repubblica

Scompaiono parole, e intere lingue, come si sciolgono i ghiacciai Il problema non sono le parole già morte ma le parole in disuso > di STEFANO BARTEZZAGHI > Di quei termini morenti potremmo ancora aver bisogno C’E’ un personaggio, in quell’enciclopedia di tipi umani inusuali che è “La Vita Istruzioni per l’uso” di Georges Perec, che di mestiere cancella le … Continua a leggere

Amare trame tarantine

Filonide, quello che accolse, pisciandogli in testa, un senatore romano in visita a Taranto per imporre la pax romana, aveva a Creta un cugino di nome Epimenide. Questi era un famoso giornalista, e come tutti i Cretesi (o Cretini, secondo l’antica dizione) era abituato a dire bugie. Un giorno Epimenide mandò al cugino una copia del “Corriere Cretino” che strillava … Continua a leggere

Metamorfosi

Il giorno che Gregor Samsa scoprì, al risveglio, di essersi trasformato in un grosso scarafaggio è simile al giorno in cui si apprende di essere malati. E’ il giorno in cui tanti piccoli segni, ricacciati per mesi nell’inconscio, o giustificati con una ragione apparente, si raggrumano nella consapevolezza agghiacciante che qualcosa in te è cambiato. Per sempre. La Tac, la … Continua a leggere

Passaggio Viennese

Scrivo questo Post da Vienna. Oggi ho presentato in un importante convegno internazionale alcuni brillanti risultati scientifici. Un momento di orgoglio personale, per il lavoro svolto, e per il nostro Paese che ci fa bella figura.  Il cambiamento di punto di vista che propongo consentirä di descrivere in modo nuovo la geochimica del mantello.  Alla faccia del morbo di Parkinson … Continua a leggere

Eutanasia

Ogni uomo è sempre solo di fronte alla scelta tra bene e male. E la tecnica, oggi, non fa che riproporci problemi antichi . Infatti è possibile demonizzare o idolatrare la tecnica a seconda delle circostanze, ma chi deve decidere cosa è bene o è male, siamo noi noi e la nostra coscienza. Pertanto il massimo rispetto è dovuto al … Continua a leggere

E’ possibile?

Rispondo a Wally che chiede una proposta concreta.  Eccone una. Potremmo firmarla in tanti e sottoporla ad un parlamentare.  Le stragi di giovani in incidenti del sabato sera sono il nostro tributo settimanale al Minotauro che regna nel dedalo delle strade d'Italia. Se ci fossero veri controlli portremmo evitare il tributo…  Ci viene detto che non ci sono risorse e … Continua a leggere

Presentimento?

Lo scomposto svolgersi degli eventi degli ultimi giorni mi ha fatto sorgere il dubbio che l’argomento del post precedente fosse in qualche modo iettatorio: domenica, all’alba, il figlio di due cari amici, un giovane di ventuno anni, è morto in un tragico incidente. Al rientro dalla discoteca, forse per un colpo di sonno, ha saltato la corsia scontrandosi frontalmente con … Continua a leggere

E’ così che va il mondo!

Ad un livello rudimentale di coscienza, come può essere quella di un animale o un bimbo molto piccolo, accade quel che accade e, nell’impossibilità di dominare gli eventi, si vive nella perfetta innocenza. Nell’uomo, che è caratterizzato dal sapere tecnico, dalla possibilità di cambiare il mondo con le proprie azioni, l’innocenza è persa per sempre. La “colpa” della consapevolezza di … Continua a leggere

Il diavolo fa le pentole …

Il teorema di Godel riguarda l' incompletezza dei sistemi formali e la sua dimostrazione ha posto le basi per la nascita dell'informatica. Le sue implicazioni dovrebbero far pensare i legislatori … ed anche la gente comune . Una bella dimostrazione del toerema, accessibile ai più, si può trovare sia sul libro di Penrose "La mente nuova dell'imperatore" che su "Godel, … Continua a leggere